Piano della pubblica illuminazione di Caerano san marco (TV)

Piano della pubblica illuminazione di Caerano san marco (TV)

Uno dei principali centri di costo per i comuni medio piccoli è la bolletta energetica per la pubblica illuminazione. Nel ridurre questa spesa e per assolvere a quanto previsto dalla L.R. 17/2009 il Comune di Caerano ha affiodato alcuni mesi fa l’incarico a Sinpro Ambiente per la redazione del Piano dell’Illuminazione per il Contenimento dell’Inquinamento Luminoso (PICIL).

Il Piano dell’Illuminazione per il Contenimento dell’Inquinamento Luminoso (PICIL) è lo strumento di pianificazione territoriale che fa perseguire all’Amministrazione due obiettivi principali: ridurre la luce dispersa dove non è necessaria (ovvero l’inquinamento luminoso) e migliorare le prestazioni energetiche degli impianti esistenti mediante l’impiego di apparecchi o tecnologie più performanti.

Tutti gli impianti di illuminazione di proprietà comunale (quadri elettrici e singoli punti luce) sono stati censiti per ricavare il loro grado di conformità alle normative riguardanti la sicurezza stradale e l’efficienza energetica. Sono state quindi ricavate delle azioni indicanti le priorità di intervento per i prossimi anni, con particolare riferimento agli impianti coinvolti ed al risparmio energetico previsto.

L’intento del Comune era quello di migliorare il servizio di intervento a seguito di guasti dando la possibilità ai cittadini di segnalare con un codice il lampione guasto. Per far questo è stato necessario eseguire un censimento completo è stato inoltre fornito anche sotto forma di database georeferenziato, per poter essere aggiornato in modo costante e preciso allineandolo con gli altri piani territoriali già adottati dal Comune. Inoltre, è stata stabilita una codifica per applicare delle placchette identificative su ogni corpo illuminante.