Scuola… è suonata l’ora di efficienza energetica!
Scuola… è suonata l’ora di efficienza energetica!

Nonostante le difficoltà economiche, la riqualificazione degli edifici scolastici è diventata un settore nel quale il legislatore nazionale si è impegnato per creare dei presupposti di intervento ed azione per i Comuni italiani.

Le iniziative in fase di avvio sono diverse ed è necessario identificarle chiaramente per non rischiare di perdere preziose occasioni di contributo.

A tal fine l’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) ha elaborato ed inviato a tutti i sindaci una nota informativa sullo stato dei finanziamenti per l’edilizia scolastica per l’anno 2016 e per gli anni seguenti.

Molte le possibilità già avviate o da avviare:

  • indagini diagnostiche dei solai,
  • Scuole belle,
  • fondi Inail,
  • mutui per l’edilizia scolastica,
  • Sbloccascuole,
  • fondo di Kyoto per l’efficientamento energetico.

A nostro avviso le opportunità ad oggi maggiormente interessanti e da monitorare sono:

  • Nuovo Conto Termico il cui testo definitivo è stato diffuso dal Ministero e si è in attesa della pubblicazione sulla gazzetta ufficiale. Per Luglio dovrebbe essere operativo. Nel Conto Termico sarà possibile chiedere un contributo al GSE in fase di programmazione/progettazione che va dal 40% al 65% di lavori per l’efficientamento delle scuole. Per maggiori dettagli vedi l’articolo relativo al Nuovo Conto Termico;
  • “Sbloccascuole” previsto dalla Legge di stabilità 2016 e permette di non considerare, ai fini del patto di stabilità, le spese sostenute dagli Enti Locali per interventi di edilizia scolastica effettuati a valere sull’avanzo di amministrazione e su risorse derivanti dal ricorso al debito. L’esclusione è per un totale di 480 mln di Euro. Entro il primo marzo 2016 gli Enti locali possono trasmettere domanda attraverso il sito www.sbloccabilancio.it;Certificati Bianchi per le scuole
  • Fondo Kyoto per l’efficientamento energetico delle scuole. Firmato dal ministro Galetti da pochi giorni, si è riaperto il Fondo Kyoto che di fatto consiste nell’apertura dello sportello per l’accesso ai finanziamenti agevolati a valere sul Fondo rotativo “Kyoto” che mette a disposizione 250 mln con un tasso agevolato del 0,25%; 180 giorni per presentare domanda.

Per ora gli altri strumenti di contributo o sono già in avanzato stato di assegnazione o necessitano di altro tempo per essere operativi.

Sinpro Ambiente è in grado di seguirti nell’individuare la leva giusta per riqualificare l’edilizia scolastica del tuo Comune.

Chiamaci anche per un solo incontro informativo.

Leggi tutte le Notizie su Certificati bianchi