I numeri delle polveri sottili
I numeri delle polveri sottili

La qualità dell’aria è un problema di ogni paese europeo, chi più chi meno.

E’ possibile acquisire informazioni molto utili leggendo il documento predisposto dall’Agenzia Europea per l’Ambiente (EEA)  “Air quality in Europe — 2015 report” .

Vi proponiamo dei grafici e delle tabelle tratte dal report 2015 della EEA che aiuta ad inquadrare il tema delle polveri sottili e a descrivere le conseguenze sulla nostra salute.

Una cattiva notizia…

La tabella seguente illustra la percentuale della popolazione che abita in un ambito urbano sia stata esposta nel periodo 2011-2013 è stata a sposta a limiti superiori a quelli previsti a livello europeo e a quelli raccomandata dall’OMS.

…e una buona notizia!

Il grafico sotto mostra l’andamento di alcuni gas inquinanti dal 2004 al 2013. Le concentrazioni di PM10 e di PM2,5 si sono ridotte di circa il 10% nel corso dei 9 anni analizzati.

andamento gas

La crisi dell’economia aiuta la riduzione delle polveri sottili.

I grafici seguenti mostrano l’andamento di alcuni gas inquinanti dal 2004 al 2013 per settore analizzato. Per quanto riguarda le polveri sottili, i settori nei quali si sono registrate le maggiori riduzioni sono i trasporti, la produzione/distribuzione di energia e l’industria.

Sorgenti di inquinamento

Siamo tra le zone più inquinate d’Europa!

La mappa seguente mostra le zone più critiche in Europa riguardo la concentrazione del PM10.

europa pm10

Anche con il PM2,5 non siamo messi bene!

La mappa seguente mostra le zone più critiche in Europa riguardo la concentrazione del PM2,5.

europa pm 2,5

In questa classifica non siamo tra i primi.

Il grafico seguente mostra in ordine crescente le medie delle concentrazioni di PM2,5 nei diversi paesi europei calcolate nel periodo 2011-2013. Il valore calcolato può essere rappresentativo dell’esposizione media della popolazione. L’Italia si colloca agli ultimi posti.

Esposizione medie PM2,5

Migliorare la qualità dell’aria allunga la vita!

La tabella sotto, con riferimento all’esposizione al Pm2,5, indica per ogni paese europeo il numero di “anni di vita persa” (YLL) dovuto a morti premature causate dall’esposizione alle PM2,5.

YLL

Numeri che potrebbero riguardare anche noi!

La tabella riporta per ogni paese europeo il numero di morti premature dovute all’esposizione al PM2,5.

numero morti premature

Agire per salvare vite

Il grafico sotto mostra in funzione di 4 scenari descritti sotto la riduzione del numero di anni di vita persi e delle morte premature.

scenari di sviluppo

Leggi tutte le Notizie su Monitoraggi e pianificazione ambientale